Museo di Anatomia Umana

I primi preparati di anatomia umana dell’Ateneo risalgono al periodo napoleonico, quando, stimolati dal confronto con gli anatomisti d’oltralpe, i medici perugini si resero conto dell’arretratezza delle raccolte universitarie. Nel 1814 vennero ordinati al famoso ceroplasta Francesco Calenzuoli diversi manufatti: una Venere smontabile e altre otto cere illustranti i sensi e gli apparati riproduttori.
Questo primo nucleo anatomico venne collocato nel palazzo dell’Università e venne affiancato, per tutta la prima metà del XIX secolo, da altri manufatti riproducenti parti anatomiche.

Dopo l’Unità nazionale si fece sempre più pressante la necessità di studiare l’anatomia su reperti reali e i docenti che si avvicendarono alla cattedra rifornirono, con preparati essiccati e sotto liquido, un museo anatomico sempre più completo. Un filone molto interessante seguito dagli anatomisti era inoltre quello dell’antropologia criminale ispirato alle teorie di Cesare Lombroso; secondo quest’ultimo era possibile stabilire su base anatomica l’attitudine al crimine delle persone.

Fanno parte del Museo: una raccolta di oltre 500 crani, circa 20 crani etruschi, la Venere di cera (di scuola fiorentina XIX secolo), altri preparati in cera (di scuola fiorentina XIX secolo), preparati anatomici inclusi encefali essiccati, scheletri interi (XIX e XX secolo), collezione di ossa umane rappresentative di varie fasi di sviluppo (XIX secolo), tavole anatomiche di Mascagni (XIX secolo), libri di anatomia di A. Pascoli con illustrazioni (XVIII secolo), tre oli su tela conservati di autore ignoto e realizzati tra XVI e XVII secolo raffiguranti soggetti umani scorticati o spellati (un tipo di raffigurazione del corpo che si diffuse a partire dalle pubblicazioni cinquecentesche di Jacopo Berengario da Carpi e di Andrea Vesalio), un cranio “esploso” del XIX secolo proveniente da Parigi.

Contatti
Manifattura ex tabacchi via del Risorgimento – 06051 Casalina (Deruta-PG)
tel. 0755858256 - fax 0755856432 e-mail: rosario.donato@unipg.it


Prenota una visita guidata

Tutti i diritti riservati Fondazione per l'Istruzione Agraria © | realizzato da Creativi Associati